3.5 C
Monaco di Baviera
domenica, Febbraio 25, 2024

milioni di italiani abbandonati: Malagò sullo sport per tutti

Must read

Julia
Julia
Ciao a tutti! Sono Chiara, ho 31 anni e sono una giornalista appassionata di viaggi, cultura e cucina. Benvenuti sul mio sito, dove condivido le mie esperienze e le mie passioni con voi. Che il viaggio abbia inizio!

Milioni di italiani abbandonati: Malagò sullo sport per tutti

Lo sport di base vs lo sport per tutti

Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha sottolineato l’importanza di distinguere tra lo sport di base e lo sport per tutti durante un convegno al Salone d’Onore del Coni. Malagò ha ribadito l’autonomia dello sport e la necessità di tutelare i 14 milioni di tesserati italiani.

Trasformare in realtà la parola “sport” nella Costituzione

Un interrogativo rimane aperto: cosa farà lo Stato per render realtà la parola “sport” nella Costituzione? Malagò ha espresso la sua preoccupazione riguardo all’equivoco tra la parola “sport” indirizzata a tutti, come sancito dalla Carta Costituzionale, e l’autonomia dello sport che riguarda i 14 milioni di tesserati italiani.

Investire anche sui 46 milioni di italiani abbandonati

Malagò ha evidenziato che se migliorasse la situazione dei 46 milioni di italiani abbandonati dal dopoguerra ad oggi, i risultati nello sport sarebbero ancora più grandi. Secondo il Presidente del Coni, è necessario investire anche su questo vasto gruppo di persone che potrebbe contribuire a raggiungere traguardi straordinari, considerando l’impressionante successo ottenuto dai restanti 14 milioni di tesserati nonostante le difficoltà.

Lo sport di base: un percorso di successo

Malagò ha portato come esempio lo sport di base, citando l’esperienza di Emanuela Di Centa che si è iscritta al suo club di sci e ha poi vinto numerose medaglie. Questo dimostra come lo sport di base sia il primo passo di una filiera che può portare a risultati straordinari.

Lire aussi :  Malagò, lo sport per tutti e i 46 milioni di italiani abbandonati

Conclusioni

In conclusione, il Presidente del Coni ha ribadito l’importanza di tutelare i 14 milioni di tesserati italiani, ma ha anche sottolineato la necessità di investire sui 46 milioni di italiani abbandonati per ottenere risultati ancora più grandi nello sport. Solo migliorando la situazione di quest’ampio gruppo di persone sarà possibile sfruttare appieno il potenziale sportivo del paese.

- Advertisement - spot_img

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement - spot_img

Latest article